Etichettato: lavoro

Migranti

un migrante dorme nel mezzo di spazzatura, riparandosi con un muro di cemento

Chi si sposta, chi migra.

I migranti lasciano le loro patrie a causa di minacce e bisogni esistenziali. Scappano da persecuzioni, oppressione politica, guerre, pericoli per la vita e la salute. Scappano anche da circostanze che non permettono più di condurre un’esistenza sicura.
Benché i paesi sviluppati del nord del pianeta terra sono in gran parte responsabili di questi motivi, se ne lavano le mani.
Non si curano in modo adeguato e della protezione e accoglienza dei migranti, anzi spesso vorrebbero tentare improbabili rimpatri.
Di fronte alla globalizzazione del problema è arrivata l’ora di affrontare le migrazione in modo nuovo.
È arrivata l’ora di cambiare politica delle migrazioni.

Vi potrebbe anche interessare:
Agricoltura urbana
Abbey Road a Figline

RAI 3 a Figline Valdarno

operatori di RAI 3 al lavoro a Figline

Oggi alcuni operatori di RAI 3 hanno girato un servizio a Figline. Si occupavano di un caso di presunti abusi sul posto di lavoro, che recentemente è stato portato all’attenzione di tutti sulla stampa locale. Pare che in un call center locale i giovani impiegati dovevano sottostare ad angherie umilianti e venivano addirittura frustati.

Formaggio biologico

formaggio biologico caprino e pecorino alla fiera al Cesto

Il Cesto è una frazione di Figline Valdarno che cerca di rivitalizzare una tradizione antica secondo la quale nei giorni di festa i contadini offrivano la loro merce dopo la messa. Lo sforzo è stato premiato da grande successo: i visitatori erano assai più numerosi del previsto e i tanti e bravissimi espositori hanno avuto la possibilità di far conoscere la loro produzione. Erano presente parecchi prodotti biologici di quale vari tipi di miele e formaggi di capra e pecora. I buoni affari non sono mancati. Nella foto: Le tre generazioni di produttrici di ottimo formaggio fresco e stagionato del Podere Casa al Bosco, vicino a Figline Valdarno sulla strada del Cesto.