Etichettato: Natale

Luminarie a Figline

Le luminarie sono decorazioni luminose usate per addobbare strade e monumenti durante le festività, specie quella di Natale e capodanno. Hanno la loro origine nell’uso di luci decorativi per dare significato speciale e un tocco particolarmente festoso certi giorni dell’anno. L’use della luce a tale scopo è comune a tante culture attorno al globo, e per niente limitato a paesi di maggioranza Cristiana, anche se un albero festosamente decorato con giochi di luce ha conquistato buona parte del mondo anche non Cristiano. È pure curioso vedere come in paesi tropicali quale l’India ci cerca perfino di imitare le nostre abeti utilizzando qualche pianta vagamente somigliante alle nostre conifere.
A Figline Valdarno quest’anno le luci non mancano nelle piazze del centro e nelle strade principali. E dopo due anni di assenza è pure tornato l’ albero di Natale in Piazza Ficino, sebbene non in forma di un’abete del Pratomagno come vuole la tradizione. Anzi, un impresa specializzata in allestimenti multimediali, come recita il logo sul loro mezzo di trasporto, ha posto un lungo palo di metallo dal quale pendono catene di Led nel solito posto dell’abete. I Led sono di due colori e lampeggiano ad intervalli diversi. Di notte quando i Led sono accesi, questo allestimento fa sicuramente la sua figura, di giorno è decisamente triste da vedere e fa veramente rimpiangere l’albero naturale.
Una parte della facciata dell’antico spedale Serristori al lato opposto della piazza invece è ancora illuminato con luci nei colori della bandiera italiana bianco, rosso e verde in onore del compleanno dell’Italia.

Annunci

Avvento

Allestimento dell'albero di Natale a Figline

L’avvento nella tradizione cristiana è il periodo che precede il Natale; attualmente dura quattro settimane e comprende le quattro domeniche prima di Natale. La sua funzione è la gioiosa attesa del Natale e la preparazione, anche spirituale, della più grande festa dell’anno. Al Nord molti sono le tradizioni legate a questa stagione, come le corone d’avvento, i calendari d’avvento e tanto altro. Molte di queste manifestazioni hanno indubbie origini pre-cristiane, e sono legate al culto della luce.
In Toscana poco si sente di tale spirito, se non fosse per l’illuminazione supplementare dei centri cittadini a scopo puramente commerciale.
Il simbolo più riconoscibile di Natale a livello planetario è diventato l’albero di Natale che quest’ anno anche a Figline nel Valdarno non manca. L’origine dell’usanza di un albero per festeggiare Natale si perde nella notte dei tempi e ha sicuramente origine in antiche usanze di culture anche distanti. Le piante sempreverdi colpiscono da sempre la fantasia degli uomini con la loro misteriosa vitalità e perciò vengono assunti come simbolo dell’immortalità. Per esempio gli antichi romani usavano l’alloro per adornare le case all’inizio dell’anno. L’ albero, che è l’espressione della voglia della terra di raggiungere il cielo, fu senza problemi assimilato dalla Cristianesimo. E l’abete che è una conifera sempreverde facilmente ci ricorda durante le lunghe notti buie dell’inverno che nonostante l’apparente morte nella natura la vita continua e si rinnoverà.
Nello scorso secolo l’albero di Natale ha conosciuto una diffusione incredibile intorno al mondo; a partire dal secondo dopoguerra ha acquisito una dimensione commerciale e consumistica senza precedenti, che sopprime completamente lo spirito dell’avvento al quale è così strettamente legato.
Nella foto l’allestimento dell’albero di Natale in Piazza Ficino. Purtroppo non un abete come negli anni che furono, ma una fredda asta di metallo dalla quale ciondolano delle luci di plastica :-(

Api e Co. toscani

bombo, api e co. a natale in Toscana

Durante un intervalle del pranzo di natale in un agriturismo nelle colline intorno a Firenze, ho fotografato questo coraggioso bombo (Bombus).
I bombi sono stretti parenti delle api e sono tra gli impollinatori più importanti e utili per l’uomo.
Sfidava indomato il forte vento, nonché la temperatura vicina allo zero alla ricerca del prelibato nettare di un cespuglio di Mahonia. (Mahonia aquifolium) Nel mite clima della Toscana le Mahonie fiorisce in pieno inverno e rendono allegre le giornate invernali con i loro fiorellini gialle che spargono generosamente un deliziose profumo nell’aria.
Le api toscane sono le meglio :-)

Forte nevicata a Figline

neve a Figline Valdarno poco prima di natale

Una notte, poco prima di natale, il cielo si aprì e la neve cadde forte, forte su Figline nel Valdarno, come anche sul resto dell’Italia.
Difatti su tutto l’Europa imperversava il maltempo e un “bianco natale” era garantito con gioia di grandi e piccoli.
Molti dei bambini piccoli non avevano mai visto tanta neve insieme.